Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

Riconoscimento regionale degli istituti museali lombardi non statali

Il riconoscimento regionale dei musei e delle raccolte museali viene concesso dopo l’accertamento della presenza di requisiti minimi e di specifici standard qualitativi. L’obiettivo del riconoscimento è potenziare progressivamente le attività di conservazione, ricerca, valorizzazione e promozione che gli istituti museali svolgono, nonché migliorare la loro capacità di offerta e di visibilità al pubblico.

Il sistema di raccolta dei dati dei musei prevede tre passaggi:

  • iscrizione
  • valorizzazione
  • richiesta di riconoscimento regionale
     

Ciascun passaggio richiede l’inserimento di un set di informazioni relative al museo. Il museo può:

  • limitarsi a fornire solo un set di informazioni parziale, ma comunque tale da consentire a Regione Lombardia di conoscerlo e di valorizzarlo (ad es. attraverso il portale istituzionale), completando il primo e il secondo passaggio
  • richiedere il riconoscimento regionale, completando tutti e 3 i passaggi (iscrizione, valorizzazione, riconoscimento).
     

L’analisi e la valutazione dei dati inseriti consentirà a Regione Lombardia di verificare la presenza dei requisiti necessari per il riconoscimento e di acquisire una serie di dati informativi e statistici sul servizio museale nel suo complesso.

Per accedere al questionario di riconoscimento è necessario registrarsi nella piattaforma LdC - Luoghi della Cultura.
 

Destinatari del riconoscimento
Tutti gli istituti museali lombardi non statali.
 

Categorie individuate
Musei e raccolte museali.
I musei svolgono precise funzioni tra loro integrate: la conservazione e l'esposizione di oggetti e collezioni, la ricerca e la comunicazione ad essi pertinente
Le raccolte museali svolgono principalmente le funzioni di conservazione e di esposizione.
Entrambe le categorie comprendono realtà pubbliche e private, senza scopo di lucro, formalmente istituite, che svolgono continuativamente funzioni di servizio pubblico.
 

Riferimenti normativi

  • Delibera Giunta Regionale 17 dicembre 2018 - n. XI/1018 - Criteri e modalità di riconoscimento regionale di musei e raccolte museali in Lombardia e di adesione dei musei lombardi al sistema museale nazionale - BURL 20 dicembre 2018.
  • Decreto Ministeriale 21 febbraio 2018, Rep. 113 - Adozione dei livelli minimi uniformi di qualità per i musei e i luoghi della cultura di appartenenza pubblica e attivazione del Sistema museale nazionale.
  • Legge Regionale 7 ottobre 2016 - n. 25 – Politiche regionali in materia culturale – Riordino normativo, artt. 6 e 16.
  • Decreto Ministeriale 10 maggio 2001- Atto di indirizzo sui criteri tecnico- scientifici e sugli standard di funzionamento e sviluppo dei musei (Art. 150, comma 6, del D.Lgs. n.112 del 1998) - G.U. 19 ottobre 2001, n. 244, S.O.
  • Delibera Giunta Regionale n. 11643/2002 Criteri e linee guida per il riconoscimento e linee guida per i profili professionali.
     

Lavori in corso: il modulo Accessibilità
Nell’ambito del progetto Lombardia Facile, la DG Autonomia e Cultura ha avviato una collaborazione con la DG Famiglia, Solidarietà Sociale, Disabilità e Pari Opportunità, per monitorare l’accessibilità dei musei lombardi alle persone con disabilità motoria e per promuovere le istituzioni che risultino totalmente accessibili.

Con la consulenza dell’Associazione Ledha – Lega per i diritti delle persone con disabilità, è stata predisposta e verrà successivamente integrata nel questionario di autovalutazione un’apposita sezione, compilando la quale il responsabile del museo potrà certificare il grado di accessibilità offerto dalla struttura.

La compilazione sarà in una prima fase su base volontaria, ma diventerà in futuro obbligatoria per i musei e le raccolte riconosciute.

 

Decreto riapertura riconoscimento musei 2019

Documento PDF - 1,77 MB